In primo piano 29 Novembre 18

UNIONCAMERE: Due milioni e mezzo di cariche delle donne nelle imprese, ma al vertice sono solo una su 4

Roma, 23 novembre 2018 – Alla guida delle imprese italiane le donne crescono ma non “sfondano”. A fine settembre, oltre 2,5 milioni di cariche sono occupate da donne, lo 0,34% in più dello scorso anno. Ma, come mostra la fotografia scattata dall’Osservatorio dell’imprenditorialità femminile di Unioncamere-lnfoCamere, nelle “stanze dei bottoni” le donne, sebbene in crescita, rappresentano solo il 25% dei quasi 3 milioni e novecentomila amministratori d’impresa oggi esistenti.

Sono 32m ila gli incarichi di presidente del consiglio di amministratore ricoperti da donne, a fronte di oltre 185mila totali. Le donne presidente incidono per il 17,36% del totale, aumentando di oltre 7 punti percentuali rispetto a settembre 2017. Quasi 17m ila, invece, gli incarichi di vice presidenti (un quarto dei 67mila complessivi), con un incremento rispetto a un anno fa di 8,7 punti percentuali. Tra gli amministratori o consiglieri delegati, inoltre, le cariche al femminile sono circa 5mila (contro le 22m ila totali), 36mila quelle di amministratrici (il 22,6% dei 160mila esistenti), quasi 600 (il 14%) i direttori donna contro 4mila incarichi complessivi.

In termini assoluti il numero più elevato di donne si incontra tra i consiglieri: 213mila quelle presenti nei Cda delle aziende italiane, poco meno del 25% del totale.

Gran parte di queste donne ha fondato o partecipato alla fondazione di una delle imprese femminili oggi esistenti in Italia. Un milione e 337mila quelle registrate alle Camere di commercio a fine settembre scorso, il 21,91% del totale. Più di un quarto delle 8mila imprese femminili in più rispetto a settembre 2017 si deve alle donne del Lazio (+2.206, con una variazione percentuale di +1,5%). Forte però anche l’aumento registrato in Campania (+1.837, pari al +1,4%), in Sicilia (1.454, +1,3%) e in Lombardia (+1.319, +0,7%). I settori che sono cresciuti di più sono il turismo (+2.291 imprese) e le Altre attività dei servizi (+2.156). Variazioni elevate però interessano la Sanità (+4,3%), le Attività professionali, scientifiche e tecniche (+4%), l’Istruzione (+3,5%) e il Noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese (+3,1%).

Per ulteriori informazioni: 06.4704264-350/ 348·9025607-366.4157335

Cariche totali e ricoperte da donne nelle imprese

Dati al30 settembre 2018 e variazione % rispetto al30 settembre 2017 

Cariche ricoperte Cariche Varo % setto
da donne totali % Donne 2017-sett.2018
Amministratore 966.122 3.866.193 24,99% 2,34
Socio 548.534 1.299.319 42,22% -1,86
Titolare 842.069 3.186.791 26,42% -0,40
Altre cariche 188.003 854.316 22,01% 0,16
Totale 2.544.728 9.206.619 27,64% 0,34
Fonte: Osservatorio Imprenditorialità Femminile di Unioncamere -Infocamere 

Principali incarichi di amministrazione e dirigenza nelle imprese; totali e ricoperti da donne Dati al 30 settembre 2018 e variazione % rispetto al30 settembre 2017 

Cariche Var.%
ricoperte da Cariche sett.2018-
Principali cariche di amministrazione e dirigenza donne totali Donne% sett.2017
CONSIGLIERE 213.037 869.389 24,50% 7,64
AMMINISTRATORE 36.121 159.610 22,63% 2,99
PRESIDENTE/PRESIDENTE CONSIGLIO D’AMMINISTRAZIONE 32.113 185.004 17,36% 7,38
VICE PRESIDENTE/VICE PRESIDENTE DEL CONS. D’AMMINISTRAZIONE 16.976 66.884 25,38% 8,67
CONSIGLIERE/AMMINISTRATORE DELEGATO 4.969 22.166 22,42% -1,35
DIRETIORE/DIRETIORE GENERALE 573 4.054 14,13% -6,22

Fonte: Osservatorio Imprenditorialità Femminile di Unioncamere -Infocamere 

Imprese femminili per regioni
Dati al30 settembre 2018, saldi e variazione % rispetto al 30 settembre 2017 
Tasso di Saldo setto 2017 Var.%
Imprese femminili femminilizzazione -sett-2018 setto 2017-sett. 2018
ABRUZZO 38.525 25,87% 241 0,6
BASILICATA 16.153 26,77% -22 -0,1
CALABRIA 43.993 23,51% 320 0,7
CAMPANIA 135.927 22,98% 1.837 1,4
EMILIA ROMAGNA 94.115 20,63% 3 0,0
FRIULI-VENEZIA GIULIA 23.144 22,42% 59 0,3
LAZIO 144.913 22,05% 2.206 1,5
LIGURIA 36.096 22,12% 41 0,1
LOMBARDIA 179.168 18,63% 1.319 0,7
MARCHE 39.129 22,93% -163 -0,4
MOLISE 9.902 27,88% -45 -0,5
PIEMONTE 97.168 22,40% -603 -0,6
PUGLIA 88.070 23,11% 468 0,5
SARDEGNA 38.722 22,83% 194 0,5
SICILIA 113.482 24,42% 1.454 1,3
TOSCANA 95.751 23,09% 139 0,1
TRENTINO – ALTO ADIGE 19.485 17,78% 6 0,0
UMBRIA 23.533 24,94% 123 0,5
VALLE D’AOSTA 2.938 23,63% -5 -0,2
VENETO 97.078 19,92% 336 0,3
Totale 1.337.292 21,91% 7.908 0,6
Fonte: Osservatorio Imprenditorialità Femminile di Unioncamere -Infocamere 

Per ulteriori informazioni: 06.4704264-350/ 348·9025607-366.4157335

 

 

Imprese femminili per settori di attività economica 

Dati al30 settembre 2018, saldi e variazione % rispetto al 30 settembre 2017 

Saldo 30 Varo % imprese
Imprese Tasso di sett.2017-30 femminili 30 setto
Settori femminili femminilizzazione sett.2018 2018-30 setto 2017
A Agricoltura, silvi coltura pesca 214.795 28,57% -1.737 -0,8
B Estrazione di minerali da cave e miniere 421 9,99% 2 0,5
C Attività manifatturiere 96.338 17,01% -232 -0,2
D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condiz … 1.226 9,73% 56 4,8
E Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione d … 1.466 12,54% 23 1,6
F Costruzioni 53.258 6,40% 282 0,5
G Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di aut… 361.453 23,54% -3.841 -1,1
H Trasporto e magazzinaggio 17.386 10,29% 161 0,9
I Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione 132.761 29,39% 2.291 1,8
J Servizi di informazione e comunicazione 25.124 18,31% 541 2,2
K Attività finanziarie e assicurative 26.941 21,42% 177 0,7
L Attività immobiliari 59.478 20,60% 657 1,1
M Attività professionali, scientifiche e tecniche 39.015 18,45% 1.512 4,0
N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imp … 52.625 26,18% 1.563 3,1
P Istruzione 9.198 30,06% 309 3,5
Q Sanità e assistenza sociale 16.246 37,79% 665 4,3
R Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e diver … 18.080 23,53% 309 1,7
S Altre attività di servizi 123.576 50,76% 2.156 1,8
Altri settori 87.905 21,46% 3.014 3,6
Totale 1.337.292 21,91% 7.908 0,6
Fonte: Osservatorio Imprenditorialità Femminile di Unioncamere -Infocamere 

Per ulteriori informazioni: 06.4704264-350/ 348·9025607-366.4157335

 

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

29 Novembre 22


23 Novembre 22


23 Novembre 22


14 Novembre 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi