In primo piano 06 Febbraio 17

Speciale Emergenza Abruzzo – Intervista a Gianfranco Mancini

Uno di quegli Uomini riservati, importanti e strategici. Nonostante una sottile rivalità, forse grazie anche a questa, con Nando Buccella, ha saputo essere la Storia e il significato di CASARTIGIANI, non solo nel teramano, ma nella vastità dell’Abruzzo. Indiscutibile la Sua fedeltà e la Sua sobrietà nell’essere CASARTIGIANI. Tutto questo deriva probabilmente dall’essere appagato dagli straordinari risultati che connotano la Sua vita e il Suo impegno di sindacalista e di manager, con venature di filantropo e di umanista. Mai una polemica inutile, mai una problematica irrisolta, viceversa grande capacità di costruire il Suo microcosmo emblematico ed esemplare, nell’alveo confortante e confortato della nuova CASARTIGIANI. Persona stimata e stimabile, galantuomo di altri tempi, ma di quelli assolutamente necessari, anzi indispensabili, nel portare ancora avanti le cose. Dell’Abruzzo incarna l’aspetto riservato, orgoglioso e dignitoso, quello che D’Annunzio tratteggiava in maniera decadente ma mai crepuscolare, semmai ermetica, a significare l’essenza di questa Terra straniata e bella, semmai amata.

 

1) Oltre ad esprimerle la solidarietà e l’affetto di CASARTIGIANI tutta a nome del Presidente, Le chiediamo qual è la situazione, se piano piano è tornata alla normalità, e se ha delle considerazioni da fare. Naturalmente può contare, in particolare, su “Mano Tesa CASARTIGIANI”, che sarà prioritariamente adesso indirizzata presso le Regioni del Centro-Italia.

 

Ringrazio per la vicinanza che ci manifestate e sollecito il vostro supporto per tutto quello che la Confederazione potrà attivare in favore delle piccole imprese del nostro territorio che vivono un momento terribile dove ancora si convive con la paura di nuove scosse di terremoto (la terra non ha mai smesso di tremare) e dove interi centri, come la mia Teramo, ad esempio, si sono spopolati a seguito di un gigantesco esodo verso la costa.

 

2) Aldilà di questa terribile emergenza, causata da una congiuntura incredibile di simbiosi perversa, tra sisma e la più grande nevicata degli ultimi 50 anni, acuita, questa, dalla particolarità climatica abruzzese della neve a vento, che ricopre rapidamente il manto stradale appena spalato dalle turbine (quando ci sono), quali sono le problematiche più importanti su cui intervenire per il Suo Abruzzo? Se fosse Governatore della Regione e avesse la possibilità di un intervento straordinario cosa farebbe? Dove interverrebbe?

 

La prima necessità è vedere concretamente e rapidamente un aiuto da parte delle istituzioni;   come Casartigiani Regionale abbiamo proposto pubblicamente l’istituzione di una zona franca, o quantomeno “di vantaggio” che possa riportare un po’ di fiducia e possa attrarre qualche nuovo investimento.

 

3) Lei, particolarmente attaccato alla Sua città nel contesto abruzzese, è uno dei riferimenti comunque più importanti. Cosa chiede per la Sua città e in particolare per l’Artigianato oltre alle tre esigenze primarie meno tasse, meno burocrazia e più Credito?

 

Sicuramente in un momento come questo bisogna restare al proprio posto e dare esempio di fiducia e determinazione.

Gli appelli che condividiamo da parte di molte Autorità sono diretti a rimanere sul territorio ed a tenere duro, ma tutto questo non basta.

L’intero sistema economico e sociale della Regione è a rischio: occorrono risposte urgenti e tangibili che possano riportare fiducia e serenità.

Come Intercredit abbiamo subito messo in campo agevolazioni per la garanzia su crediti bancari in favore delle Imprese danneggiate dagli eventi di queste settimane;  con alcune Banche, Unicredit in testa, stiamo studiando iniziative per andare incontro alle Aziende con crediti agevolati, allungamenti di rimborso, sospensioni.

Sarà però necessario un sforzo più ampio che comprenda un alleggerimento degli oneri sulle Imprese, tempi rapidi per rimborsi ed indennizzi e misure straordinarie per facilitare la ripresa produttive.

Gli Abruzzesi, sono convinto, ce la metteranno tutta, come sempre, ma questa volta c’è veramente bisogno di una mano!

Confidiamo che la nostra Confederazione Nazionale, sempre sensibile, continui a fare, come in questa circostanza, il possibile per non farci sentire soli. Grazie

 

 


 

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

29 Novembre 22


23 Novembre 22


23 Novembre 22


14 Novembre 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi