In primo piano 12 Marzo 17

Siamo artigiani e ci basta la nostra libertà

Casartigiani ha e potrà continuare ad avere un ruolo straordinario nella Rappresentanza imprenditoriale, in particolare, e nella Società Civile, in generale, perché da oltre trenta anni ha saputo svolgere la propria funzione con coerenza, dignità e impegno, rifulgendo qualsivoglia collateralismo politico ed economico, nel rispetto della propria vocazione autonoma, incentrata capillarmente sul territorio e ispirata a criteri di etica sindacale , di volontariato e di concetti filantropici e umanitari nei quali e per i quali, al centro di tutto, c’è sempre la Persona. La categoria artigiana rappresentata è stata stimolo e motivazione di tutto questo e ancor più da un punto di vista culturale e pedagogico. Sull’Artigianato sono state versate parole alte e nobili e detrattrici, ma sempre tutti hanno convenuto, che l’Uomo nasce Artigiano e l’Artigiano nasce nell’Uomo, perché ogni Uomo è Artigiano di se stesso e per se stesso. Sicuramente le parole più alte e più nobili, mai dedicate, sono state quelle del Santo Giovanni Paolo II che ebbe a dire, il 19 marzo del 2000, che “le mani degli artigiani sono come quelle di Gesù, che guariscono”.

Casartigiani è stata fedele interprete, aldilà e al di qua delle aride cifre e dei freddi numeri e di quant’altro che non si possa moralmente misurare, di questa identità e di questa Storia. Anche noi di CASARTIGIANI abbiamo contribuito con le testimonianze di vita, le nostre Preghiere, con i nostri Inni, le nostre Storie vissute, i nostri Racconti tramandativi e con l’impegno costante di tutti, fino al più umile di noi, quale io sono, per rappresentare e tramandare la leggenda di Geppetto e la storia della Civiltà dell’Artifex.

Casartigiani, rilancia il suo impegno, anche in questa difficile epoca che ci aspetta, i cui tratti sono indistinti e nebulosi, ma che comunque vada vedrà, l’affermazione dell’Uomo del nuovo Secolo, con il suo retaggio e il suo Futuro Artigiano. Per essere adeguati e all’altezza, sarà necessario incentrare il nostro rinnovato impegno sul territorio, con le nostre donne e i nostri uomini migliori, nell’ambito regionale e nella capillarità, comune per comune, delegazione per delegazione, mandamento per mandamento, con la stessa efficienza, anche per servire un solo artigiano, di CASARTIGIANI Italia. La nostra grande struttura non ha niente di burocratico, ma deve tutto alla natura di volontariato, dove siamo primi e ormai esclusivi. Noi non abbiamo l’apparato d’ufficio di altre consorelle (soprattutto una), ma l’artigiano quando conosce la nostra empatia non l’abbandona più. Perché è troppo forte il nostro tradizionale legame con la storia artigiana e perché abbiamo l’organizzazione e il senso della identitaria coscienza imprenditoriale, sul nostro lavoro. Per questo CASARTIGIANI è prima. L’Artigiano qualsiasi cosa gli succeda intorno, mentre la vita scorre, tiene sempre in primo piano il laboratorio. Il suo laboratorio, la sua bottega, la sua azienda, che è parte di se. Questo stesso senso di responsabilità chiediamo e vogliamo da noi stessi e da chi opera in e per CASARTIGIANI.

Casartigiani esprime il meglio, quando Rappresenta le istanze, perché non è condizionata da niente e da nessuno, quando Serve, nel senso di rendere Servizio, quando veicola Credito, indirizzando, consigliando disinteressatamente e sostenendo filantropicamente con Mano Tesa, infine quando assiste con  lealtà e appunto empatia e compenetrazione. Non rinunceremo mai a questo impegno, ma gli daremo sempre più il senso di una missione, con chi ci vuole stare a profondere sacrificio e non a cercare interesse, posizioni, poltrone o prebende non legittimate con una struttura ancora più organizzata e articolata ed efficiente, ma sempre libera come è libero l’artigiano.

Perché noi siamo Artigiani e ci basta la nostra libertà.

Ancor più, se siamo artigiani CASARTIGIANI.

 


 

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

24 Gennaio 23


12 Gennaio 23


11 Gennaio 23


10 Gennaio 23


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi