In primo piano 10 Luglio 20

Servono ulteriori risorse per la cassa integrazione Appello del Fondo di solidarietà degli artigiani

“Occorre che il ministero del Lavoro completi il trasferimento degli 825 milioni per assicurare a centinaia di migliaia di artigiani la cassa integrazione”. Dario Bruni, appena nominato presidente di Ebna/Fsba, il Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato costituito da Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, Cgil, Cisl e Uil, sollecita il Governo per le risorse già messe in bilancio. “Degli 825 milioni, ne restano da erogare 517 con i quali completeremo il pagamento delle prestazioni per il mese di aprile”, continua Bruni.

Ma quella cifra non sarà sufficiente.
“Per maggio, giugno e luglio -spiega Valter Recchia, appena nominato direttore di Ebna/Fsba- abbiamo necessità di ulteriori risorse. Per maggio, abbiamo stimato che serviranno almeno 210 milioni di euro, una cifra che, a scalare, dovrà essere replicata anche per le ulteriori settimane di cassa integrazione, 18 in tutto, previste dal Governo”.
È evidente dunque che sarà necessario reperire ulteriori risorse, attingendo al fondo previsto dal decreto Rilancio di due miliardi e 700 milioni di euro per il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali.
“Stiamo lavorando alacremente -chiosa Mauro Sasso, nuovo vicepresidente di parte sindacale- per assicurare reddito ai lavoratori sospesi per covid e siamo tutti convinti che giustamente sia spettato a FSBA gestire questa difficile fase per imprese e lavoratori. D’altra parte, il sistema dell’Artigianato si è dotato da tempo di questo specifico strumento che bene ha risposto, negli anni, alle necessità del Comparto. Si alla tutela di tutti i lavoratori, si accoglienza delle aziende anche quelle finora fuori dal sistema ma con il rispetto delle regole. Poi, passata l’emergenza, rifletteremo come estendere le protezioni della bilateralità e sostenere ancor meglio i redditi. Le forze vive e protagoniste dell’Artigianato sono pronte a farlo: per rafforzare FSBA, per valorizzare le specificità (che nessuno pensi di appiattire)”.

Roma 9 luglio 2020