In primo piano 11 Aprile 19

RUBRICA “Michele Marchese ci racconta la storia della Sicilia Artigiana”

(domande di Giacomo Basso)

 

L’età anagrafica e nel nostro caso si tratta di una convenzione, coniugata all’esperienza sono una grande risorsa, soprattutto quando siamo di fronte a un percorso importante e una storia qualificante, oltretutto, contrassegnata dalla fedeltà.

Con questa premessa, inauguriamo una nuova Rubrica denominata “Michele Marchese ci racconta la storia della Sicilia Artigiana”.

Fate conto che si tratti del nostro Camilleri, perché siamo di fronte a una Fonte inesauribile di aneddoti, di profili, di storie di rivalità e di riconciliazione che ci arricchisce e comunque ci persuade.

 

  • Qual è il Suo giudizio sugli accordi, che riguardano la Sicilia in particolare, con il leader cinese?

Abbiamo letto le notizie sui giornali, abbiamo letto le proposte sulle opportunità, abbiamo letto le consulte ma come amo dire a me piace “deliberare” il risultato

 

  • Perché a Siracusa non viene più tanto esaltato quello straordinario evento che è la rappresentazione tragica delle immortali opere dei grandi, da Eschilo a Euripide?

Perché come diceva mio padre “Sicilia terra amorusa, morta di fame e pidocchiusa”

 

  • C’è più di arabo, di greco bizantino o di occidentale nella cultura siracusana?

C’è molto di greco bizantino nella storia e nella cultura siciliana. Uno degli eventi più attesi a Siracusa sono le rappresentazioni classiche per assistere alle antiche tragedie dei più grandi autori Eschilo Sofocle e Euripide.

 

  • Desideriamo un personale ricordo di Concetto Lo Bello

Nel 1961 ho avuto l’onore e la gioia di accompagnarlo in treno a Torino a vedere Juventus-Inter il cui risultato fu 1 a 4.
In politica fu eletto per quattro legislature consecutive Deputato per la Democrazia Cristiana. Propose la legge sugli impianti sportivi e insieme abbiamo creato la bellissima “Cittadella dello Sport” a Siracusa.

 

  • Un ricordo personale di San Giovanni Paolo II a SIRACUSA

Era il 1994 e il ricordo è ancora vivo, emozionante. Papa Giovanni Paolo II si recò prima presso la Cittadella dello Sport dove affacciandosi si poteva vedere il panorama, tutta Siracusa, il mare, il porto. Poi proseguì presso il Santuario della Madonna delle Lacrime dove officiò la celebrazione eucaristica per la dedicazione al Santuario.

 

  • Cos’è per Lei la sicilianità?

Essere orgogliosi e vivere nel ricordo di quello che è stata la nostra Sicilia. Non dimentichiamo che l’Italia è nata con il Regno delle Due Sicilie.

 

  • Aveva ragione Tomasi da Lampedusa che “bisogna cambiare tutto per non cambiare niente?”

Il romanzo di Tomasi da Lampedusa è un raro capolavoro di letteratura italiana. In Sicilia molti sono stati i geni letterari, ora è il momento di Andrea Camilleri.

***

Confermati i quadri dirigenti di Casartigiani: Michele Marchese Presidente

Componenti Piero Boccadifuoco, Corrada Bosco, Salvo Cassia, Lucia Caccamo, Gianni Inturri, Lucia Romeo (vice presidente)

Confermati i quadri dirigenti di Casartigiani. Direttivo provinciale Michele Marchese, presidente. Componenti Piero Boccadifuoco, Corrada Bosco, Salvo Cassia, Lucia Caccamo, Gianni Inturri, Lucia Romeo (vice presidente).

Coordinatori: Panificatori, Salvina Romico – Edili, Piero Boccadifuoco – Lavorazione del legno, Dario Mazzurco – Benessere, Enzo Ganci – Stilisti, Lucia Caccamo – Meccatronica, Salvo Cassia – Installatori di impianti, Sebastiano Rizzotto. Gianni Inturri viene delegato alla ricostituzione di un gruppo di azione locale del settore acconciatori, estetiste, onicotecnica. Vengono confermati Anna Di Noto, autotrasporto c/terzi, Mud, corsi 81/08 – Giorgio Cavallo, Consorfidi, partner Multifidi – Simonetta Tarascio, finanziamenti Resto al Sud, Garanzia Giovani, finanziamenti europei.

http://www.siracusanews.it/confermati-quadri-dirigenti-casartigiani-michele-marchese-presidente/

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

07 Dicembre 22


29 Novembre 22


23 Novembre 22


23 Novembre 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi