Casavideo 02 Febbraio 17

Rete Imprese Italia: legge “Buona Scuola” – Voucher

COMUNICATO STAMPA

LEGGE ‘BUONA SCUOLA’

Rete Imprese Italia in audizione alla Camera:

“Parti sociali vanno coinvolte

per definire indirizzi di studio e profili professionali”

 

 

Tutte le organizzazioni imprenditoriali vanno coinvolte nella definizione degli indirizzi di studio e dei profili professionali previsti dalla legge sulla ‘Buona scuola’ affinché corrispondano alle nuove esigenze del sistema produttivo e del mercato del lavoro.

E’ la sollecitazione espressa dai rappresentanti di Rete Imprese Italia nel corso dell’audizione sui profili attuativi della legge 107/2015, svoltasi oggi presso la VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera.

Rete Imprese Italia apprezza le finalità dei provvedimenti attuativi della Legge che, nel revisionare il sistema di istruzione e formazione professionale, puntano a formare gli studenti ad arti, mestieri e professioni strategici per l’economia italiana. Giudizio positivo anche sulla possibilità di attivare percorsi di alternanza scuola-lavoro e di apprendistato duale.

Tuttavia, Rete Imprese Italia critica il mancato coinvolgimento delle parti sociali nella individuazione dei nuovi indirizzi di studio dell’istruzione professionale e auspica la costituzione di Comitati nazionali di settore con le parti sociali con il compito di aggiornare costantemente e rapidamente le qualifiche e i diplomi inseriti nel Repertorio nazionale al fine di corrispondere alle richieste del mercato del lavoro e alla domanda delle imprese. Oggi il Repertorio comprende 22 qualifiche e 21 diplomi professionali, troppo pochi per rispondere ad un mercato in costante evoluzione soprattutto nei settori più esposti alla concorrenza degli altri Paesi europei.

A giudizio di Rete Imprese Italia, inoltre, devono essere garantiti finanziamenti stabili al segmento dell’istruzione e formazione professionale, così come vanno assicurati adeguati investimenti per promuovere la cultura umanistica, valorizzare patrimonio e produzioni culturali e sostenere la creatività.

 

COMUNICATO STAMPA

VOUCHER

Rete Imprese Italia in audizione alla Camera:

“Voucher utili per imprese e contro lavoro nero”

 

 

Rete Imprese Italia è favorevole al corretto utilizzo dei voucher poichè rappresentano, per gli imprenditori, l’unico strumento attualmente disponibile per remunerare prestazioni saltuarie ed occasionali. Inoltre aiutano a combattere il lavoro nero e offrono opportunità di occupazione e di guadagno legale, regolamentato e tracciato. Proprio per questo Rete Imprese Italia è contraria a ipotesi di riforma che ne limitino inutilmente la possibilità di impiego.

 

E’ la posizione di Rete Imprese Italia intervenuta oggi in audizione all’11° Commissione lavoro pubblico e privato della Camera sulle proposte di modifica alla disciplina del lavoro accessorio.

 

Secondo Rete Imprese Italia bisogna evitare riforme dei voucher che risulterebbero poco funzionali alle reali esigenze del mercato del lavoro e rischiano di frenare la libertà d’iniziativa economica. I voucher servono agli imprenditori per coprire esigenze di lavoro improvvise e non programmabili che non giustificano altre forme di contratto stabile. Di conseguenza, senza i voucher si perderebbero occasioni di lavoro e di guadagno sia per le imprese che per i prestatori. Eventuali interventi di correzione per evitarne l’abuso dovranno essere subordinati ad un attento monitoraggio del loro utilizzo dopo l’introduzione della tracciabilità.

 

Rete Imprese Italia cita rilevazioni statistiche dell’Inps per sottolineare che nonostante la crescita del numero di committenti, prestatori e voucher, questo strumento continua a coprire prestazioni saltuarie ed occasionali e che riguardano per il 63% categorie di lavoratori che grazie ai voucher posso incrementare il loro reddito e per il 37% soggetti disoccupati o inoccupati in attesa di entrare o rientrare nel mercato del lavoro.

 


 

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

07 Dicembre 22


29 Novembre 22


23 Novembre 22


23 Novembre 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi