Casavideo 18 Gennaio 17

Rete Imprese Italia, in audizione alla Camera sul Ddl lavoro autonomo

“Giusta direzione. Riconosce specificità lavoro indipendente”

Roma, 17 gennaio 2017 – “Il disegno di legge sul lavoro autonomo non imprenditoriale va nella giusta direzione. Riconosce, con specifiche regole distintive rispetto al lavoro subordinato e con tutele al passo con i tempi, una realtà importante che contribuisce alla competitività e al Pil dell’Italia. Il nostro Paese è infatti al primo posto in Europa per numero di occupati indipendenti, ben 5.835.700, pari al 23,5% di tutti gli occupati, con una incidenza che supera di 8,2 punti la media dell’Eurozona”. Questo il giudizio espresso dalla Delegazione di Rete Imprese Italia nel corso dell’audizione svoltasi oggi alla Commissione Lavoro della Camera sul Ddl lavoro autonomo non imprenditoriale.

Per quanto riguarda il campo di applicazione, le cinque Organizzazioni di Rete Imprese Italia hanno apprezzato in particolare l’esclusione del lavoro autonomo esercitato in forma di impresa, anche di piccole dimensioni, richiedendo che vengano esplicitamente esclusi dall’applicazione del Ddl anche i contratti di agenzia già regolati da apposite norme e da accordi collettivi di lavoro.

Sono state sollecitate inoltre modifiche al ddl in materia previdenziale con l’obiettivo di allineare i trattamenti contributivi dei professionisti con partita Iva a quelli previsti per gli altri lavoratori autonomi. Da sanare anche le disparità di trattamento sui supplementi di pensione e pensioni supplementari per pensionati della gestione previdenziale separata.

Sulla parte del Ddl che disciplina il cosiddetto ‘lavoro agile’, Rete Imprese Italia ha infine espresso apprezzamento riguardo le potenzialità innovative soprattutto nei settori dei servizi, del terziario avanzato, delle imprese artigiane che forniscono servizi ad esempio nell’ambito dell’Ict e delle attività di consulenza.

Richiamata, da ultimo l’esigenza di fare chiarezza sulle norme in materia di orario di lavoro e salute e sicurezza.

 


 

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

07 Dicembre 22


29 Novembre 22


23 Novembre 22


23 Novembre 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi