In primo piano 09 Settembre 20

Recovery Plan nazionale. CASARTIGIANI in audizione alla Camera dei Deputati

Roma, 9 settembre 2020 – Sarebbe un grave errore non tenere conto della peculiarità del nostro sistema economico costituito in prevalenza da microrealtà legate al territorio, e fortemente condizionate dalle numerose difficoltà di rigenerarsi a causa di vincoli che ne condizionano l’operatività.

E’ quanto affermato da CASARTIGIANI in occasione della audizione informale alla decima Commissione attività produttive della Camera sulle priorità del Recovery Fund.

Le priorità individuate per la definizione del Recovery Plan nazionale aprono ad un quadro di possibili interventi molto ampio. Per questo, sarà indispensabile non cadere nella facile tentazione di frazionarne le risorse ed evitare che un estrema parcellizzazione degli interventi finisca per pregiudicarne l’efficacia.

CASARTIGIANI ha auspicato che si presti una particolare attenzione al piano di investimenti in opere pubbliche di modernizzazione, completamento e messa in sicurezza delle reti infrastrutturali, che facilitano le comunicazioni e l’accesso ai servizi e rilanciano il tessuto sociale soprattutto nel regioni del Sud Italia

Vanno eliminati poi tutti gli inutili costi legati alla burocrazia a carico degli operatori economici, anche attraverso un rafforzamento degli strumenti digitali di interscambio informativo tra amministrazioni e tra privato e Pubblica Amministrazione

Tra le altre questioni CASARTIGIANI ha richiesto un rafforzamento del presidio sui mercati esteri attraverso un supporto alle imprese e progetti di rilancio della qualità e dello stile tipico del Made in Italy.  E’ stata ribadita, infine, la necessità di valorizzare il ruolo dei Confidi per accompagnare artigiani e micro imprese nella difficile fase di ripresa.