In primo piano 11 Gennaio 21

Recovery Fund: una occasione unica che il Paese non può mancare.

Roma 11 dicembre 2021 – Ci aspettiamo un Recovery Plan italiano con progetti ambiziosi che sappiano portare il Paese all’avanguardia in Europa e nel mondo e che contenga misure fortemente orientate verso le microimprese e l’artigianato con interventi mirati e calibrati alla loro dimensione ed alle loro reali esigenze. Sarebbe infatti un grave errore non tenere conto della peculiarità del nostro sistema economico costituito in prevalenza da microrealtà legate al territorio, e fortemente condizionate dalle numerose difficoltà che ne condizionano l’operatività.

CASARTIGIANI ritiene auspicabile si segua una duplice ambizione: non solo mettere in campo rapidamente le risorse ma fare una grande operazione per affrontare i nodi strutturali che da decenni rendono l’Italia tra i Paesi che crescono meno.  Si deve puntare a creare quelle condizioni di contesto che sappiano rendere il tessuto economico più competitivo in grado di sfruttare al meglio l’enorme potenziale – perché così è – espresso dal sistema delle microimprese e dall’artigianato e favorire il raggiungimento di tassi di crescita e di sviluppo per il Paese ben più elevati e confacenti alle reali possibilità.

Occorre creare, in altre parole – come detto nei vari colloqui al Governo e in particolare al Ministro Patuanelli -, quelle condizioni a sostegno dell’economia che passano attraverso l’ambiente, le infrastrutture, la ricerca, ma soprattutto una più incisiva semplificazione normativa, e una forte azione di supporto alla presenza delle nostre imprese sui mercati esteri.

Sarà necessario poi puntare ad eliminare tutti gli inutili costi legati alla burocrazia a carico degli operatori economici, anche attraverso un rafforzamento degli strumenti digitali di interscambio informativo tra amministrazioni e tra privato e Pubblica Amministrazione, ed un ulteriore potenziamento delle linee di intervento già intraprese dal Governo nel campo dell’innovazione tecnologica per consentire alla imprese di essere più competitive in Europa e nel mondo. Tra gli obiettivi di semplificazione, c’è poi anche la necessità di una giustizia più certa e rapida.

La Pressione fiscale e il rapporto con il fisco costituiscono infine altre due materie da modificare profondamente alle quali CASARTIGIANI ritiene essenziale si metta mano attraverso un percorso di riforma da avviare contemporaneamente ai progetti del Recovery Fund per creare quelle condizioni di sistema necessarie a favorire un più efficace ed efficiente impiego delle risorse disponibili. Risorse che sono un’opportunità irripetibile per la quale la nostra generazione sarà giudicata sociologicamente e storicamente negli anni a venire, in un contesto nel quale si deve favorire l’unità e la proposizione per non disperdere una straordinaria occasione.