Territorio 09 Febbraio 24

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLE SUPERIORI

(tratto da Il Cittadino di Lodi)

l consiglio finale è anche quello forse meno tecnico.

Ergo «sognate sempre e in grande». Accanto ai consigli, però, c’erano i numeri – le aziende e le assunzioni previste – e le competenze ricercate, ma anche i casi concreti, come «l’azienda che produce pannelli solari e che vorrebbe insediarsi in una grande area del Lodigiano a patto che trovi 150 tecnici».

L’Unione Artigiani e Imprese Lodi all’IIS Volta di Lodi, ieri, per aiutare i giovani delle classi seconde alle prese con la scelta dell’indirizzo per il triennio successivo a orientarsi nel mercato del lavoro. Accolti dal dirigente Marco De Giorgi, Mauro Sangalli, segretario dell’Unione Artigiani, e Paolo Maccagni, ex docente del Volta e imprenditore. Nel ritratto economico, l’evoluzione della geografia delle imprese complessive attive in Provincia tra il 2008 e il 2023 – passate dalle 15081 alle 14068, con un delta   di oltre mille imprese – e di quelle artigiane, che al terzo trimestre 2023 erano 4913 rispetto alle 6338 del 2008. In cima ai settori più rappresentati nella geografia generale delle imprese commercio e servizi (47 per cento) e costruzioni (26 per cento), mentre in quella delle imprese artigiani ci sono le costruzioni, con il 48 per cento. «Gli imprenditori hanno necessità di costruire team efficaci, con persone dotate di iniziativa, creatività, responsabilità, capaci di rispettare le scadenze  e di lavorare in gruppo» ha aggiunto Sangalli, che ha messo in primo piano anche parole come sacrificio, umiltà, dedizione, conoscenza di una lingua straniera. Emersa in modo preponderante la tendenza dei ragazzi a scegliere l’indirizzo informatico, Sangalli e Maccagni hanno messo in luce la necessità impellente nel mondo del lavoro di oggi di figure tecniche, che le imprese fanno fatica a trovare. Sul tavolo delle riflessioni anche i numeri delle nuove opportunità di lavoro previste a dicembre 2023 in provincia di Lodi (830) e quelle prevista tra dicembre 2023 e febbraio 2024 (3560): solo il 5 per cento sono impiegati, il 39 per cento sono operai specializzati e conduttori impianti, il 27 per cento riguardano professioni commerciali e dei servizi, il 16 per cento dirigenti, specialisti e tecnici. In 50 casi su 100 le imprese – i dati sono  quelli del sistema informativo Excelsior – prevedono di aver difficoltà a trovare i profili desiderati.

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

01 Marzo 24


29 Febbraio 24


29 Febbraio 24


Giacomo Basso,
L'impegno con gli artigiani

14 Giugno 23

30 Maggio 23

Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi