Territorio 22 Aprile 22

PNRR 2 – Nuove disposizioni per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Nella seduta del 13 marzo il Consiglio dei Ministri ha approvato all’unanimità un nuovo decreto legge nel tentativo di snellire e semplificare le procedure legate alla realizzazione del Recovery plan e facilitare, dunque, il raggiungimento dei 45 obiettivi del Piano in agenda entro il 30 giugno.

La bozza di Decreto – in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale – dedica una particolare attenzione alle misure per l’attuazione del Piano in materia fiscale nella prospettiva di potenziare il contrasto all’evasione. A tale riguardo dal 1 luglio p.v. viene esteso l’obbligo di fattura elettronica alle partite IVA in regime di flat tax con esclusione, fino al 2024, per chi non supera 25mila euro di ricavi o compensi. Oltre ai contribuenti forfettari l’obbligo della fattura elettronica esordisce anche per gli enti del terzo settore con proventi da attività commerciali fino a 65mila euro

Si prevede un breve regime transitorio per “il terzo trimestre del periodo d’imposta 2022” senza l’applicazione di sanzioni “se la fattura elettronica è emessa entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione”.

 E’ prevista poi una anticipazione dei tempi di applicazione delle sanzioni per le partite IVA che non accettano i pagamenti elettronici. Il comma 1 dell’art. 15 dello schema di decreto in esame, per diffondere massivamente l’utilizzo dei pagamenti elettronici, anticipa, dal 1° gennaio 2023 al 30 giugno 2022, l’attuazione della doppia sanzione amministrativa pecuniaria di 30 euro aumentata del 4% del valore della transazione per la quale sia stata rifiutata l’accettazione del pagamento.

Nell’esprimere apprezzamento per l’attenzione riservata ai contribuenti di minori dimensioni, CASARTIGIANI manifesta tuttavia qualche perplessità circa la data di avvio dell’obbligo di fattura elettronica dal 1 luglio; se confermata la disposizione introdurrebbe infatti per il 2022 il corso parallelo di fatture elettroniche e documenti cartacei con conseguenti difficoltà sia per le imprese che per gli intermediari fiscali. Questo aspetto unito allo scarso preavviso per le imprese interessate renderebbe opportuno posticipare la partenza dell’adempimento.

Inoltre, sostiene la Confederazione, l’utilizzo dei dati di fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi deve portare vantaggi in termini di semplificazione per le imprese e l’abrogazione di tutti gli adempimenti che si sono stratificati nel tempo, a cominciare dal reverse charge, dallo split payment e dalla trasmissione telematica delle liquidazioni periodiche IVA.

Fra le altre questioni, nella bozza di Decreto trova spazio una ulteriore disposizione in materia di fonti rinnovabili ed efficientamento energetico. Viene potenziato il meccanismo di monitoraggio del superbonus 110% al fine di evitare frodi e distorsioni rendendo obbligatorio, a monte della procedura, l’invio della pratica all’ENEA che effettuerà il monitoraggio degli interventi, compresa la valutazione del risparmio energetico da essi conseguito.

Il provvedimento, sul quale non mancheremo di divulgare ulteriori approfondimenti successivamente alla sua pubblicazione, istituisce infine il Cts per il monitoraggio sull’efficienza della giustizia e sulla durata ragionevole del processo e posticipa di due mesi, dal 15 maggio al 15 luglio, il debutto del Codice della crisi d’impresa.

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

18 Maggio 22


16 Maggio 22


11 Maggio 22


02 Maggio 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi