In primo piano 30 Maggio 22

Onore al “leone di Irpinia”

Il forum di Assago terminava i suoi intenti e con essi sanciva la fine di una grande storia e di grandi eventi, de facto se non de jure la Democrazia Cristiana era stata sciolta e ogni epigono aveva preso la sua strada, per vocazione e per sentimento, chi a destra chi a sinistra, con Forza Italia e con il PDS, mete preferite.

Una coltre di tristezza era caduta sulla struttura ma a presidiare la dignità di un epilogo ormai ineluttabile c’era, ferma e rappresentativa, la Presidenza dell’Assembla con Ciriaco De Mita, vertice apicale.

Non avevamo mai avuto, noi di Casartigiani, particolare simpatia per questo straordinario intellettuale della Magna Grecia, non a caso figlio di sarto artigiano.

Nell’ultimo vero Congresso DC, nel Palazzo dello Sport a Roma, nel 1989, la maggioranza dei democristiani appartenenti, per qualche verso e per qualche ruolo o simpatia alla DC ( praticamente la metà degli italiani) avevano votato Forlani ma tutti dettero atto a De Mita di essere avanti come proponimento politico. Noi di Casartigiani depositammo la nostra volontà, ma sarebbe da dire velleità dì intervenire, come osservatori esterni.

Gioco del destino volle che fosse il giovane rappresentante di Casartigiani a proporre il suo intervento pieno di passato seppur glorioso di fronte a un “Monumento” come Ciriaco De Mita che coscienziosamente, pur avendo potuto fare diversamente, dette comunque rilievo, se non altro perché si trattava dell’ultimo intervento, ad una dignitosa Assemblea.

Ebbene sì, fu De Mita, che avrebbe potuto disporre diversamente, a far sì che Casartigiani, l’Organizzazione che aveva innovato l’affrancamento dal collateralismo politico, fosse quella che chiudesse i lavori e la storia dando ad essa un piccolo risarcimento politico di considerazione e rispetto .

Anche di questo siamo grati a Ciriaco De Mita, leone di Irpinia, che rimarrà nella storia per la profondità di pensiero, per la sua onestà e per le sue aporie mai risolte, nonostante le buonissime intenzioni.

 

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

06 Ottobre 22


02 Ottobre 22


14 Settembre 22


08 Settembre 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi