Territorio 18 Dicembre 20

«Limitazioni al Brennero un danno per l’Italia: la questione va risolta al più presto»

da VERONASERA

Andrea Prando, segretario regionale di Casartigiani e rappresentante di Unioncamere, venerdì è intervenuto alla conferenza stampa per parlare delle problematiche che gli autotrasportatori stanno vivendo a causa delle normative austriache.

La questione delle limitazioni al traffico imposte dal Tirolo, al Brennero, va risolta al più presto – ha ribadito venerdì Andrea Prando -. Il Ministero dei Trasporti e l’intero Governo non devono sottovalutare quanto sta avvenendo a discapito dell’intera economia italiana». Prando, segretario regionale di Casartigiani, è intervenuto alla conferenza stampa in veste di rappresentante di Unioncamere per parlare delle problematiche che gli autotrasportatori stanno vivendo a causa delle limitazioni di traffico al Brennero.

La conferenza stampa è stata organizza dall’europarlamentare Paolo Borchia, con la presenza della vice presidente della Regione Veneto Elisa De Berti e dell’assessore comunale Nicolò Zavarise. Intervento corale delle Associazioni di categoria che hanno sottolineato la scorrettezza delle normative austriache a danno di tutte le aziende italiane, non solo di quelle dell’autotrasporto.
Per Casartigiani, quella tirolese sembra essere una vera e propria strategia per danneggiare l’economia italiana, tenuto conto che il 5% del PIL italiano viaggia sul quel tratto, per un valore di oltre 93 miliardi di euro l’anno.

«Una limitazione del traffico di questo genere – ha sottolineato Prando – costringe le aziende produttrici a una costosa riprogrammazione della logistica interna, in un momento in cui in altri Paesi, invece, avviene esattamente l’opposto. È il caso, ad esempio, della Svizzera che non subisce alcuna limitazione dall’Austria. L’obiettivo di Unioncamere rimane quello di creare una rete di alleanze su più livelli territoriali per dialogare con la Commissione Europea e aprire un confronto in sede comunitaria per tutelare lo sviluppo economico dei territori italiani e la possibilità per le imprese di competere ad armi pari».

A tale proposto viene ricordato che a Verona si era tenuta la terza tappa del “Roadshow per il Brennero” («Strategie di intervento per il transito attraverso il Brennero. Verso un position paper del Sistema camerale a favore della libera circolazione delle merci lungo il corridoio Scandinavo-Mediterraneo»), l’iniziativa promossa dai Sistemi camerali di Emilia Romagna, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto contro la decisione del Governo Regionale Tirolese di limitare il transito di mezzi pesanti all’interno dei propri confini.
Casartigiani inoltre riferisce che «nonostante questo la decisione austriaca è stata ugualmente assunta unilateralmente e in contrasto con i diritti sanciti dall’Unione Europea in merito alla libera circolazione delle merci. Da qui l’incontro e la richiesta a tutti i livelli di un intervento risolutore del problema».

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

24 Gennaio 23


12 Gennaio 23


11 Gennaio 23


10 Gennaio 23


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi