In primo piano 08 Ottobre 18

La questione del credito agevolato

Botta e risposta. E un passo avanti verso la nascita del Irca, il nuovo istituto finanziario regionale che accorperà Crias e Ircac. All’indomani dall’allarme lanciato dalle organizzazioni di categoria, la Regione batte un colpo. «Entro tre giorni le organizzazioni degli artigiani potranno confrontarsi sulla proposta di regolamento dell’Irca», annuncia il presidente Nello Musumeci che invita Cna, Confartigianato, Casartigiani e Claai a un incontro in presidenza per dopodomani mattina. «La bozza di regolamento del nuovo Istituto, nato su proposta del governo dalla fusione di Ircac e Crias – continua Musumeci – è stata elaborata dai dipartimenti regionali delle Finanze e-delle Attività produttive e sarà illustrata venerdì dagli assessori Armao e Turano. Ascolteremo le osservazioni degli artigiani e delle cooperative passeremo subito dopo alla stesura definitiva per mettere l’Irca nelle condizioni di supportare le imprese siciliane».

Addirittura, rivelano in Cna, l’assessore alle Attività Produttive, Mimmo Turano, già ieri mattina ha convocato i rappresentanti delle organizzazioni che avevano chiesto di accelerare sul nuovo istituto per il credito agevolato, la cui nascita sta tenendo in scacco soprattutto gli artigiani che riscontrano eccessive lentezze nell’accesso al credito: alla Crias, infatti, ci sarebbero in stand-by pratiche di finanziamento per 17 milioni di euro. Situazione diversa all’Ircac, che finanzia il sistema cooperativo, dove non si registrano blocchi, anche perché il numero di pratiche provenienti dalle cooperative è decisamente inferiore rispetto a quelle provenienti dal mondo artigiano.


Articolo integrale in allegato

 

 

 

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

23 Novembre 22


23 Novembre 22


14 Novembre 22


14 Novembre 22


Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi