Territorio 20 Ottobre 23

Casartigiani, Superbonus: tra speranze e perplessità degli imprenditori

TARANTO – I delegati di Casartigiani Taranto sono soddisfatti per l’impegno profuso dalla Regione Puglia verso gli imprenditori edili e per la situazione critica che hanno vissuto negli ultimi mesi. Al tempo stesso, i delegati sono anche preoccupati per le tempistiche e le modalità con cui verrà attuata la nuova misura regionale. Infatti, durante la scorsa assise, è stata approvata la legge che permetterà di sbloccare i crediti rimasti incagliati nei cassetti fiscali, in seguito alla manovra attuata dal Consiglio dei ministri sul Superbonus.

La misura, nello specifico, prevede che la Regione Puglia potrà acquisire i crediti dalle imprese che hanno sede legale o operative nel territorio regionale, tramite i propri enti e le società controllate. Quest’ultime emaneranno quindi uno o più bandi rivolti agli istituti di credito per acquisire, i crediti da portare in compensazione. Questo passaggio avverrà tramite la procedura «a sportello», in base all’ordine di presentazione delle domande e fino a esaurimento della capacità fiscale disponibile. La stessa banca sarà tenuta a garantire, attraverso un’apposita clausola contrattuale, il buon fine del credito.

Giuseppe Santacesarea, consigliere di Casartigiani Taranto e imprenditore del settore impiantistica è perplesso sulle modalità di erogazione, previste dal bando regionale: «Sono scettico sul funzionamento dello strumento regionale e sulla conseguente risposta degli istituti bancari. Quest’ultimi, a oggi, non hanno supportato le imprese e pertanto spero che ora possano fra fronte alle esigenze, facendo la propria parte».

Anche l’amministratore delegato della Salentina costruzioni S.r.l. è titubante sulle tempistiche e le modalità con cui verrà attuata la misura. Inoltre, l’ad ricorda le sofferenze che le aziende hanno patito negli ultimi tempi, a proposito dello stop sul Superbonus dal Governo Meloni: «È lodevole l’impegno della Regione, tuttavia, auspico che questi aiuti possano tramutarsi in azioni celeri e concrete, entro i prossimi sei mesi. Le imprese, a oggi, hanno attraversato momenti molto difficili: dalla gestione dell’organico, al rapporto con i fornitori e con la pubblica amministrazione, sia con la Cassa Edile sia con l’Inps. Purtroppo, in molti casi si è persa anche molta forza lavoro, necessaria allo sviluppo del settore edile nel nostro territorio».

 

Notizie dalle associazioni casartigiani di tutta italia Diffondere la coscienza dei valori dell’Artigianato nel suo ruolo storico quale primaria forza sociale, economica e culturale.

19 Luglio 24


25 Giugno 24


24 Giugno 24


Giacomo Basso,
L'impegno con gli artigiani

14 Giugno 23

30 Maggio 23

Il Welfare bilaterale artigiano
Gli Organismi e i Fondi Bilaterali nazionali e territoriali nell’artigianato - EBNA/FSBA, SANARTI, FONDARTIGIANATO, OPNA sono strumenti di welfare contrattuale finalizzati a mettere in campo interventi a tutela dei datori di lavoro e dei dipendenti.

Il Welfare bilaterale artigiano, eroga prestazioni e servizi che vanno dal sostegno alle aziende in crisi e al reddito dei lavoratori dipendenti in costanza di rapporto, a interventi a favore delle imprese e del loro sviluppo, all’assistenza sanitaria integrativa e a corsi di formazione professionale, fino alla costituzione di una rete di rappresentanti della sicurezza territoriale.

Racconti artigiani
Dalla penna di Giacomo Basso, i racconti artigiani pensati per esaltare l’artigianato attraverso l’uomo.
Iniziative
Wikipedia
Organismi