15/12/2017

Roma, 15 dicembre 2017 - CASARTIGIANI insieme alle altre organizzazioni di categoria di Confartigianato, Cna, Claai e Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil hanno firmato ieri l’ipotesi di accordo per il nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro che rinnova e accorpa i due previgenti contratti collettivi dell’area tessile-moda e dell’area chimica-ceramica, scaduti rispettivamente il 30 giugno 2016 e il 31 dicembre 2016.

Il  nuovo ccnl, che riguarda circa 250mila addetti distribuiti in oltre 100mila imprese, si applica ai dipendenti delle imprese artigiane dei settori tessile,  abbigliamento,  calzaturiero,  pulitintolavanderie,  occhialerie, chimica,  gomma  plastica,  vetro,  ceramica, terracotta, grès, decorazione piastrelle, e scadrà il 31 dicembre 2018.

Molti gli elementi innovativi del Ccnl: viene garantita maggiore flessibilità nell’utilizzo dei contratti a tempo determinato e dell’apprendistato; è stata inserita una specifica regolamentazione contrattuale che consente l’assunzione di personale con retribuzioni inferiori al livello di inquadramento previsto per un periodo di 24 mesi.

Gli incrementi retributivi concordati sono pari a 45 euro per l’area Tessile-Moda e a 48 euro per l’area Chimica, Ceramica, Gomma-Plastica. A integrale copertura del periodo di vacanza contrattuale è stato prevista l’erogazione di un importo “una tantum” pari a 120 euro nell’area Tessile-Moda e a 80 euro nell’area Chimica, Ceramica, Gomma-Plastica.



© 2015 - CASARTIGIANI - Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani - Realizzazione siti web - web marketing