24/11/2017

Fondo Futuro: 31,5 milioni di euro

La Regione Lazio rilancia Fondo Futuro con un intervento di erogazione di piccoli finanziamenti a tasso agevolato rivolti a microimprese e a liberi professionisti che si trovino in situazioni di difficoltà di accesso al credito bancario ampliando l’ambito dei soggetti prioritari con l’inserimento, tra questi, delle donne.
Parallelamente, la Regione Lazio ha inteso costituire una specifica Sezione Speciale Liquidità Sisma, dedicata all’erogazione di finanziamenti a tasso zero a copertura delle esigenze di liquidità delle imprese operanti nei 15 Comuni del Lazio ricadenti dell’Area del Cratere Sismico.

Dal 21 novembre è aperta la presentazione delle domande. L’avviso pubblico è infatti stato approvato con la Determinazione n. G15813 del 20 novembre 2017.

FONDO FUTURO
La dotazione finanziaria di Fondo Futuro è pari a 31,5 milioni di euro, provenienti dai fondi europei del POR FSE 2014-2020, per finanziare progetti di autoimpiego, l’avvio di nuove imprese o la realizzazione di nuovi progetti promossi da imprese esistenti.
Le risorse finanziarie sono suddivise per annualità secondo il seguente schema:

                            TOTALE                   2017                  2018                           2019                       2020
                            31.500.000              9.000.000          9.000.000                   9.000.000                4.500.000

Sono previste riserve per soggetti prioritari: fascia di età, fascia di reddito, partecipanti a progetti regionali (torno subito, instudio, coworking), lavoratori svantaggiati, donne.
E’ prevista altresì una riserva per finanziamenti alle imprese operanti nell’Area del Cratere Sismico

Fondo Futuro si rivolge a :
? microimprese già esistenti (ditte individuali, società di persone, SRL, SRLS)
? microimprese ancora da costituire
? titolari di partita IVA
che abbiano difficoltà o impossibilità di accesso al credito bancario ordinario.

I progetti ritenuti idonei potranno beneficiare di prestiti di importo compreso tra 5.000 e 25.000 euro, da restituire al tasso di interesse dell’1%, con una durata variabile e comunque non superiore a 84 mesi, incluso l’eventuale preammortamento. Sono ammissibili le spese relative al progetto presentato, che andrà realizzato entro 12 mesi dall’ottenimento del prestito.

Per presentare domanda i beneficiari dovranno contattare uno dei soggetti erogatori tra i quali  Artigiancassa, che sta gestendo l’intervento sul piano operativo in collaborazione con le Associazione  di Categoria CASARTIGIANI.

Per quanti avessero necessità di assistenza CASARTIGIANI ROMA, attraverso i propri tecnici, è a completa disposizione ai seguenti recapiti 065758081 info@casartigianiroma.org previo contatto per le vie brevi.  Ulteriori informazioni sono disponibili sul portale www.lazioinnova.it    
 



© 2015 - CASARTIGIANI - Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani - Realizzazione siti web - web marketing